Manifestazione 28 Novembre:Basta silenzio,vogliamo risposte!

“Cinque anni fa, il Liceo Artistico Statale Emilio Greco, con l’aumento notevole del numero di iscrizioni, ha riscontrato la necessità di ampliare i suoi spazi al fine di ospitare le tante richieste.
Questo però non è mai accaduto, e nonostante le varie richieste da parte degli studenti e del Dirigente Scolastico e dopo varie proteste, il nostro problema non è mai stato realmente affrontato da chi poteva risolverlo.
Quest’anno -sesto anno- la situazione è diventata la medesima: il plesso della sede del Polivalente, a S.G.la Punta, non contiene tante aule quanto ne dovrebbe contenere proporzionato al numero di studenti iscritti; i laboratori sono inadeguati o inesistenti; non vi è un’infermeria né un’aula docenti, perché utilizzate come aule. E coì ogni giorno decine di ragazzi sono costretti a fare lezione per terra, nei corridoi, che sia primavera o inverno non ha importanza.
Non si tratta solo di una scomodità dovuta al disegnare e a studiare per terra, ma anche una seria problematica a livello di sicurezza.
Dopo sei anni abbiamo detto basta: entro il nuovo anno 2018/2019 riavremo il diritto allo studio, il diritto di poter studiare come studenti degni di questo nome!
Abbiamo iniziato a spargere la voce chiedendo l’appoggio della comunità studentesca catanese per poi arrivare ai giornali e ai telegiornali; abbiamo fatto una raccolta firme da spedire alla ex Provincia; abbiamo fatto sentire la nostra voce ai cortei nazionali, al Provveditorato, alla Prefettura ma non abbiamo riscontrato alcun miglioramento.
Adesso, dopo una settimana di occupazione e di autogestione, si è deciso di scendere in piazza per farci sentire ancora una volta!

Partiremo tutti dall’ingresso principale del Liceo Emilio Greco, per poi concludere in piazza Università.
Crediamo in un appoggio da parte di tutte le scuole di Catania, che non protestano solo per il nostro diritto allo studio, bensì per quello di tutti data l’attuale situazione della struttura degli istituti scolastici ormai decadente, frutto di scelte politiche scellerate che oggi porta avanti la classe dirigente, la quale preferisce spendere milioni di euro ogni giorno per il il militarismo e le guerre, piuttosto che usarli per i servizi sociali come, appunto, le scuole!
DICIAMO BASTA AL SILENZIO, VOGLIAMO RISPOSTE ORA!”

Questo è il comunicato del collettivo Emilio Greco che scenderà in piazza, continuando la mobilitazione che ha intrapreso in queste settimane per riappropriarsi il diritto di studiare in luoghi decenti, che abbiano a disposizione tutte le aule che servono. Così, dopo un silenzio durato 5 anni, costretti a fare lezioni nei corridoi e a disegnare sdraiati in posizioni assurde, gli studenti hanno deciso di alzare la voce pretendendo risposte e non smetteranno di lottare fin quando non le otterranno! La protesta ovviamente continuerà anche dopo il corteo di martedì, e noi saremo sempre presenti a sostenerli, perché la loro lotta è la lotta di tutti gli studenti della città: il problema delle strutture scolastiche è un problema che accomuna molte scuole catanesi e solo organizzandoci insieme e praticando la solidarietà riusciremo a vincere!
BASTA SILENZIO, VOGLIAMO RISPOSTE!
#PotereAgliStudenti

Liberi Pensieri Studenteschi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *