CONTINUA IL PERCORSO PER CHIEDERE FONDI ALL’EX PROVINCIA!

CONTINUA IL PERCORSO PER CHIEDERE FONDI ALL’EX PROVINCIA!

Quest’anno dopo varie assemblee e riunioni attraverso le quali ci siamo confrontati, abbiamo acquisito la consapevolezza delle condizioni in cui versano molti edifici scolastici a Catania. Mancanza di banchi e sedie, mancanza di aule, continue e insistenti infiltrazioni e una fatiscenza generale descrivono bene la situazione con cui gli studenti si interfacciano ogni giorno!

Abbiamo quindi deciso di mobilitarci e far mobilitare quanti più studenti possibili in un percorso che vuole essere inclusivo al massimo, dunque piano piano si stanno aggiungendo sempre più scuole. Abbiamo iniziato il 27 ottobre, quando abbiamo espresso le nostre ragioni in un presidio sotto il Provveditorato, ente che avrebbe dovuto metterci in contatto con la provincia, e una delegazione di 7 persone, una per scuola, grazie anche alla determinazione di tutto il presidio, è salita negli uffici del provveditorato a cui chiedevamo di far visitare i nostri istituti ad alcuni ispettori del MIUR (per verificare le condizioni strutturali e logistiche delle nostre scuole). Abbiamo parlsro con il viceprovveditore che ci ha promesso un tavolo con la provincia. Nel frattempo l’Emilio Greco, scuola in cui il malcontento è altissimo, ha deciso di dichiararsi in occupazione e poi scendere in corteo ed incontrare il sindaco, per mettere più pressione verso le istituzioni e per dare più forza alla lotta: hanno avuto la nostra solidarietà e intanto abbiamo continuato ad organizzarci. Ma è passato più di un mese e ancora non abbiamo ottenuto nessun tipo di risposta concreta!

Così lunedì andremo nuovamente in comune e finalmente martedì ci incontreremo con la provincia, ma siamo stanchi di attendere, siamo stanchi di una situazione già nota da anni ma che non è stata presa mai seriamente in considerazione da parte delle istituzioni.Restate dunque connessi, parliamone con i nostri compagni di classe, spargiamo la voce. Facciamo sentire il peso delle nostra rabbia, restiamo uniti ed informiamo, solo così riusciremo a farci notare seriamente, solo così riusciremo ad affermare il potere che spetta agli studenti che ogni giorno vivono la propria scuola!

#PotereAgliStudenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *