STUDENTI INCATENATI DA CONFINDUSTRIA!!


Questa mattina, in occasione della manifestazione lanciata dal gruppo LPS “La lotta non va in ferie!”, tre studenti medi, si sono incatenati da Confindustria. Perché? Questa chiaramente è un’azione simbolica che sappiamo bene non incida enormemente nel processo di distruzione della scuola pubblica. Nonostante questo abbiamo ritenuto necessario spingerci così tanto perché:

-Vogliamo innanzitutto lasciare delle dichiarazioni, in quanto crediamo che noi studenti abbiamo avuto poca voce in questi anni di opposizione e di lotta contro la Buona Scuola. Questa legge crediamo sia assolutamente anti-sociale, e non rispecchia minimamente l’esigenza degli studenti, costretti a lavorare gratis , a studiare all’interno di strutture fatiscenti e con un programma didattico non più alla portata dei nostri tempi;

-Vogliamo, con quest’azione stessa, dimostrare il coraggio e la determinazione che gli studenti di questa città mettono quotidianamente nel creare un modello di scuola e di educazione differente, che pone al centro dell’attenzione lo studente e non il profitto di pochi. Vogliamo che il potere sia nelle mani degli studenti e di chi ci lavora dentro le scuole, piuttosto che accentarlo nelle mani dei dirigenti scolastici;

-Infine vogliamo che si interrompa immediatamente il rapporto tra dirigenti scolastici delle scuole catanesi e Confindustria Catania: i progetti con le imprese non sono ciò che vogliamo. Pretendiamo, invece, progetti validi ed educativi che vanno al di là della Buona Scuola e, nello specifico, dell’alternanza scuola-lavoro, ritenuta da noi assolutamente inutile e dannosa per le vite di noi studenti.

INVITIAMO TUTTI GLI INTERESSATI AD ACCORRERE AL CORTEO E I GIORNALISTI AD ACCOGLIERE LA NOSTRA RICHIESTA E DI AFFRETTARSI A VENIRE SOTTO CONFINDUSTRIA!
IL CORTEO SI STA MUOVENDO VERSO CONFINDUSTRIA!!
CONFINDUSTRIA LASCIA LA SCUOLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *