RESOCONTO MANIFESTAZIONE 16 MARZO 2018

**COM’È ANDATO QUINDI IL CORTEO?**


Il corteo è andato a gonfie vele, il percorso è stato seguito e siamo stati veramente belli e incazzati!
Inaspettatamente, abbiamo fatto una tappa sotto la sede di confindustria, per riprenderci i nostri compagni.
Questo gesto simbolico, ha certamente mandato un forte messaggio e dato risalto alla lotta di tutti gli studenti che hanno piene le palle degli impicci di confindustria negli affari della scuola pubblica e della beneamata alternanza scuola-lavoro.
Questa è un’iniziativa contro la quale lottiamo assiduamente da ormai un anno, a causa del suo monte orario spropositato e a causa della strumentalizzazione del lavoro degli studenti a favore di padroni multimiliardari.


L’alternanza inoltre, dovrebbe essere mirata a fornire allo studente esperienze formative di lavoro, quando invece, nella maggior parte dei casi, queste si rivelano inutili al percorso di studi intrapreso.
La lotta, come anticipato, non va in ferie, infatti, non ci fermeremo soltanto al corteo in se, bensì manderemo una lettera aperta al presidente di confindustria, per fare in modo che tutti i progetti di alternanza a Catania si fermino.
Come se non bastasse, abbiamo cercato con quest’ultimo corteo di rendere chiare le problematiche strutturali che vengono ignorate dagli enti competenti, per fare in modo di avere una risposta alle nostre centinaia di richieste.
Con quest’ultima manifestazione, non intendiamo porre fine alla continua lotta, bensì tentiamo di alimentarla ulteriormente, per unirci tutti sotto il grido di
FUORI CONFINDUSTRIA DALLE SCUOLE!

RASSEGNA STAMPA

http://catania.meridionews.it/…/studenti-incatenati-davant…/

https://newsicilia.it/…/alternanza-scuola-lavoro-stu…/308975

https://www.ilgazzettinodisicilia.it/…/catania-studenti-in…/

http://www.lurlo.news/studenti-si-incatenano-nella-sede-co…/

http://www.cataniatoday.it/…/manifestazione-contro-buona-sc…

http://contropiano.org/…/catania-luca-emma-e-roberta-lps-ha…

Ecco la lettera aperta che abbiamo scritto per il Presidente Provinciale di Confindustria Catania:

Egregio Direttore,

Come premesso dalla nostra azione simbolica volta ad avere un confronto diretto, secondo Vostra istruzione, Vi scriviamo questa mail in modo da ottenere un incontro.
Noi, siamo le studentesse e gli studenti che, a causa di progetti di alternanza scuola-lavoro, hanno dovuto capovolgere la loro vita, ricevendo solo stress e sfruttamento.
Noi, in quanto frequentanti della scuola secondaria di secondo grado, viviamo a pieno i Vostri progetti e più di chiunque altro sappiamo cosa sia l’Alternanza scuola-lavoro e i disagi che crea.
Abbiamo documentato, attraverso un video i pareri degli studenti e dei docenti che vivono direttamente l’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro, ed abbiamo riscontrato un totale malcontento.
Questo dovuto al fatto che, molte volte, queste attività non vengono svolte correttamente o addirittura non sono per niente inerenti al corso di studi intrapreso.
Troviamo vano, dato il percorso di studi intrapreso e le spese da sostenere, esagerate per un liceale, che i progetti come l’orientagiovani e l’azienda simulata continuino ad essere svolti. Date queste circostanze, chiediamo subito un provvedimento da parte Vostra, ovvero l’annullamento dei suddetti progetti.
Dopo aver contestato nelle piazze durante l’autunno e l’inverno, i Vostri progetti, abbiamo di recente manifestato il nostro dissenso nella Vostra sede, cercando di ottenere un dialogo in cui esporre le nostre proposte riguardo questi progetti.
Con questa lettera, richiediamo l’incontro promesso la mattina della nostra azione simbolica, sperando di ottenere risposte, provvedimenti e non prorogative.
Distinti saluti

Ecco il link dove trovare tutte le foto del corteo:

Pubblicato da LPS. LiberiPensieriStudenteschi su venerdì 23 marzo 2018

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *